Tour De France: Caotica prima tappa-La spunta Kittel

E’ partita stamani dalla Corsica l’edizione numero 100 del Tour De France, ma la Grandeur francese si è subito scontrata con la disorganizzazione e con le troppe cadute. Un Pullman dell’Orica Greenedge colpisce il tabellone elettronico sotto la linea del traguardo, sarebbe stato consigliabile scegliere un altro percorso, mettendo a rischio l’arrivo della tappa e facendo saltare tutti i rilevamenti elettronici; il tempo è poco e si decide di far arrivare la corsa a 3 Km dall’originale traguardo, ma alla fine si sistema tutto. Nel frattempo cadono uomini di Classifica, in situazioni differenti, come Contador e Heijsiedal e i favoriti per la conquista della prima maglia gialla: Greipel, Cavendish, Sagan e anche il campione del mondo Gilbert. A Bastia arriva un gruppetto regolato dal tedesco Marcel Kittel che si impone sul norvegese Kristoff e il figlio d’arte Van Poppel, con i suoi 19 anni il più giovane del gruppo. Molto bene l’italiano Trentin giunto quinto. Dopo la vestizione in giallo di Kittel, l’ultimo colpo di scena: la direzione della corsa decide di far arrivare tutti i 198 corridori con lo stesso tempo, annullando di fatto i distacchi ottenuti con le cadute anche prima della neutralizzazione, come da regolamento, prevista ai meno 3 dall’arrivo. Cosa succederà nei prossimi giorni in casi simili? non si accumulerà  distacco causa cadute accidentali? Come inizio non c’è male, dispiace perchè è la corsa più seguita al mondo e i francesi il figurone non l’hanno fatto proprio per niente.

Tour De France: Caotica prima tappa-La spunta Kittelultima modifica: 2013-06-29T18:41:00+00:00da chiava77
Reposta per primo quest’articolo